Restauro
MUSEO DELLE NAVI ANTICHE – Pisa
DSC_0019
DSC_0014
DSC_0005
DSC_0013
DSC_0012
DSC_0020
DSC_0026
DSC_0031
DSC_0028
DSC_0027
DSC_0036
DSC_0038
DSC_0056
previous arrow
next arrow
DSC_0019
DSC_0014
DSC_0005
DSC_0013
DSC_0012
DSC_0020
DSC_0026
DSC_0031
DSC_0028
DSC_0027
DSC_0036
DSC_0038
DSC_0056
previous arrow
next arrow
DIRETTORE DEI LAVORI

Arch. Stefano Aiello

STAZIONE APPALTANTE

Ministero per i Beni e le attività Culturali – Segretariato regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la Toscana

OGGETTO DEI LAVORI

Completamento del restauro degli Aresenali Medicei e allestimento delle sale museali

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Arch. Franco Filippelli

PROGETTO

Arch. Marta Ciafaloni

PERIODO DI ESECUZIONE

25/09/2017 – 07/12/2018

IMPORTO COMPLESSIVO

€ 3.474.934,03

DETTAGLI INTERVENTO

Il nostro intervento prevede il restauro degli Arsenali Medicei costruiti da Cosimo de’ Medici sul Lungarno di Pisa e l’allestimento delle sale museali che ospitano. Adibiti in origine a cantieri navali, hanno cambiato più volte destinazione d’uso e, nell’attuale configurazione, evidenziano il passaggio a caserma di cavalleria. Con l’Unità d’Italia divennero infatti un centro di riproduzione ippica sabaudo, attivo sotto l’Esercito Italiano fino al 1965.

L’assetto architettonico attuale degli Arsenali racconta dunque il loro articolato percorso nella storia conferendo al complesso grande valore. Per questo i nostri interventi di carattere architettonico, impiantistico e strutturale si ispirano soprattutto alla loro conservazione.

[...]Scopri di più

Il nostro intervento prevede il restauro degli Arsenali Medicei costruiti da Cosimo de’ Medici sul Lungarno di Pisa e l’allestimento delle sale museali che ospitano. Adibiti in origine a cantieri navali, hanno cambiato più volte destinazione d’uso e, nell’attuale configurazione, evidenziano il passaggio a caserma di cavalleria. Con l’Unità d’Italia divennero infatti un centro di riproduzione ippica sabaudo, attivo sotto l’Esercito Italiano fino al 1965.

L’assetto architettonico attuale degli Arsenali racconta dunque il loro articolato percorso nella storia conferendo al complesso grande valore. Per questo i nostri interventi di carattere architettonico, impiantistico e strutturale si ispirano soprattutto alla loro conservazione.

La necessità di restaurare tale complesso è strettamente legata al ritrovamento di relitti navali nella periferia di Pisa durante dei lavori di scavo.

L’ambito degli interventi architettonici prevede il restauro della facciata principale rivolta verso il Lungoarno e di altre porzioni di immobile, quali pareti ed infissi. Vi è succeduto anche il ripristino della copertura del loggiato posteriore, gravemente danneggiata e poi crollata dopo gli eventi bellici. Particolare attenzione è stata posta nei confronti degli interventi impiantistici, al fine di minimizzare l’impatto visivo degli stessi e di conservare le qualità architettoniche del sito. Difatti gli interventi hanno previsto il riordino degli impianti termoidraulici precedentemente installati ed un completamento degli stessi nelle restanti sezioni del complesso. Si è resa necessaria l’adozione di un impianto a pavimenti radianti per un ottimale riscaldamento dei grandi volumi architettonici, in associazione ad un impianto di raffrescamento, deumidificazione e ricambio d’aria, Anche per gli impianti elettrici si è proceduto con interventi di completamento degli stessi, installando riflettori a sospensione, proiettori LED orientabili su binario, LED da incasso a pavimento ed illuminazione centrale lungo il percorso d’ingresso.

Gli interventi di miglioramento sismico hanno previsto il rinforzo delle pareti perimetrali ed interne, inserimento di catene metalliche sugli archi delle navate e collegamento delle travi di copertura, al fine di garantire il miglioramento della capacità portante della struttura.

Tra gli interventi effettuati all’interno degli Arsenali vi è anche l’allestimento delle sale museali, finalizzato ad esporre i rinvenimenti del cantiere, cronologicamente ubicati tra la fase etrusca e la tarda antichità. L’obiettivo principale è stato quello di creare una narrazione navale, introdotta da una dettagliata descrizione del contesto storico ed urbano, attraverso un allestimento duttile e leggero, tale da permettere la valorizzazione del monumento – contenitore. Il museo, nella modularità degli arredi, è stato pensato come un percorso facilmente modificabile ed adattabile con il proseguimento delle ricerche, ma che al contempo mantenesse traccia sensibile delle differenti destinazioni d’uso a cui gli Arsenali sono stati oggetto.

Leggi meno

NEWS CORRELATE

30 Novembre 2023

Bari, lo storico Cineteatro Redentore sarà ristrutturato anche grazie al contributo di Cobar Spa

A Bari lo storico Cineteatro Redentore al quartiere Libertà sarà ristrutturato completamente anche grazie al contributo di 600mila euro donati da Cobar Spa.
Con questo intervento la struttura realizzata dai salesiani, attualmente in disuso, diventerà moderna e polifunzionale.

“La bellezza storica dei teatri è qualcosa di unico. Se poi diventa un’occasione di riscatto delle nuove generazioni allora non ci possono essere dubbi: ognuno deve fare la sua parte per rendere la società migliore” ha dichiarato Vito Matteo Barozzi, amministratore unico di Cobar Spa.

L’articolo completo del “Corriere del Mezzogiorno” QUI

24 Novembre 2023

Cobar realizzerà la nuova Strada “Camionale” di Bari

È giunto al termine l’iter procedurale per l’assegnazione dei lavori della nuova Strada “Camionale” di Bari che sarà realizzata dalla Cobar Spa.

La nuova arteria, come riportato qualche giorno fa anche dal quotidiano La Repubblica, servirà a collegare attraverso viadotti e rotatorie l’autostrada A14 all’area industriale della città di San Nicola, alleggerendo così il traffico pesante nell’area urbana.

21 Novembre 2023

Nuova vita per l’Antico Spedale di Sant’Antonio a Lastra a Signa, restauro e riqualificazione affidati a Cobar

A Lastra a Signa (Toscana) l’Antico Spedale di Sant’Antonio vivrà una seconda vita grazie ad un progetto di restauro e riqualificazione i cui lavori saranno eseguiti dalla Cobar Spa.

L’intervento vedrà la nascita di nuovi ambienti all’interno del complesso risalente al 1400 che ospiterà spazi di coworking, aule didattiche e sale da esposizione.

“Intervenire su opere di interesse storico così importanti ci emoziona – ha commentato Vito Matteo Barozzi, Amministratore Unico di Cobar Spa – ma allo stesso tempo ci pone davanti sfide ed obiettivi diversi da realizzare nel rispetto dei tempi previsti”.

11 Novembre 2023

Presentato al Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia il nuovo acquario realizzato da Cobar Spa

È stato presentato al Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia il nuovo acquario, che è parte integrante dell’allestimento inaugurato un anno fa al piano interrato denominato “Egnazia e il mare”.

Il taglio del nastro del nuovo allestimento a cui ha lavorato anche Cobar Spa è avvenuto alla presenza del Direttore Generale Musei Italiani del Ministero della Cultura, Prof. Massimo Osanna, del delegato alla Direzione Regionale Musei Puglia, Arch. Francesco Longobardi e del direttore del sito, Dott. Fabio Galeandro.

Il nuovo allestimento gode di nuova vasca contenente oltre 30 mila litri di acqua salata in cui nuoteranno pesci che provenienti dai bassi fondali sabbiosi del mar Adriatico,

7 Novembre 2023

Napoli, Cobar Spa recupererà il Real Albergo dei Poveri

A Napoli il Sindaco Gaetano Manfredi ed il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, accompagnati dall’archistar Paolo Desideri, progettista dei lavori di recupero, hanno firmato l’avvio della fase di cantierizzazione del Real Albergo dei Poveri, che sarà condotta da Cobar Spa.

“Per la Cobar – afferma l’Amministratore Unico Vito Matteo Barozzi – sarà una sfida avvincente quella di guidare un intervento di rigenerazione urbana così importante sul più grande edificio pubblico d’Europa. Sentiamo la responsabilità e siamo profondamente orgogliosi e onorati di questo incarico”.

30 Ottobre 2023

Prima celebrazione eucaristica nella Basilica di San Benedetto a Norcia ricostruita da Cobar Spa

Sette anni dopo il tragico sisma che nel 2016 colpì l’Italia centrale, la Basilica di San Benedetto a Norcia riapre eccezionalmente le porte per la prima celebrazione eucaristica dal crollo, insieme alla benedizione delle nuove campane. Lo storico evento è stato reso possibile dall’avanzamento dei lavori curati da Cobar Spa e ha visto la presenza dell’arcivescovo della Diocesi di Spoleto–Norcia, Monsignor Renato Boccardo, e del Commissario alla ricostruzione Guido Castelli.

“Siamo molto soddisfatti per la buona progressione del cantiere e soprattutto per essere in anticipo sulla tabella di marcia rispetto alla consegna di questa grande opera”.

11 Ottobre 2023

Museo del mare di Reggio Calabria, Cobar: “Protocollo per la legalità, modello virtuoso”

“Dopo aver realizzato il waterfront della città, è un onore e una responsabilità contribuire allo sviluppo di Reggio Calabria con la costruzione di un’opera ambiziosa come il Museo del Mare.

Vogliamo operare al meglio e riteniamo che il protocollo per la legalità che abbiamo sottoscritto con Ance Calabria, Prefettura di Reggio Calabria e Ministero dell’Interno, alla presenza del ministro Matteo Piantedosi, possa rappresentare un alleato fondamentale per affrontare questa prova, oltre che un modello virtuoso e una esperienza pilota da adottare anche in altri cantieri” ha dichiarato Vito Matteo Barozzi, amministratore unico di Cobar Spa, società capogruppo del raggruppamento temporaneo di imprese con la lucana Mancusi Spa,

15 Settembre 2023

Cobar a Bari per discutere di Pnrr e imprese

Cobar Spa tra i principali ospiti dell’evento “Pnrr: il factoring quale strumento a supporto delle imprese per favorire lo sviluppo del Paese”, che si è svolto mercoledì mattina 13 settembre a Bari al Teatro Petruzzelli, nell’ambito del Roadshow Factoring.

All’evento organizzato da Banca Progetto, Kredias SpA e AppaltiPnrr con il patrocinio di Confindustria Bari e Barletta-Andria-Trani e Assifact, è intervenuto l’amministratore unico di Cobar, Vito Matteo Barozzi, nella sessione di lavoro dedicata a soluzioni ed opportunità offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, evidenziando aspetti positivi e criticità nell’attuazione dei fondi messi a disposizione dell’Italia nell’immediato post covid.

24 Luglio 2023

“Strada Porta del Levante”, aggiudicata a Cobar Spa l’opera strategica che collegherà il Porto di Bari alla rete autostradale

La città metropolitana di Bari rappresenta uno dei più importanti scali commerciali dell’Italia meridionale e centro di collegamento verso l’Est Europa e il medio Oriente.
Cobar spa realizzerà la “Strada Porta del Levante”, l’infrastruttura che collegherà velocemente il porto di Bari alla rete autostradale.
L’opera rientra nel programma europeo TEN-T (Trans-European Networks- Transport) che si pone l’obiettivo di integrare la rete di trasporti barese con le reti viarie dell’Europa e dell’Est Asiatico.
«La nuova viabilità – ha dichiarato Vito Matteo Barozzi, amministratore e fondatore di Cobar – avrà lo scopo di unire in un sistema infrastrutturale efficiente le esigenze logistiche del porto,

21 Luglio 2023

Il Giornale racconta Cobar in un viaggio nel mondo del restauro italiano

“Dal Colosseo alla Basilica di Norcia, i cantieri impossibili dei maghi del restauro”

Il restauro è un’arte che Cobar Spa conosce in ogni dettaglio e sfaccettatura. 

Il quotidiano Il Giornale ha dedicato un articolo all’azienda leader in Italia nel settore del restauro: un excursus temporale che racconta i 40 anni dell’azienda pugliese con più di 350 dipendenti, i lavori più importanti, allo stesso tempo più delicati e dal forte valore simbolico. Il Colosseo e il restauro degli ipogei, il Teatro San Carlo a Napoli, il Palazzo Reale di Caserta e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria: solo per citare alcuni dei beni culturali tornati all’antico splendore.

26 Giugno 2023

“Quando ristrutturare è un’arte”: Milano Finanza racconta la realtà Cobar

L’autorevole quotidiano economico Milano Finanza dedica ampio spazio nel suo speciale Rapporto Immobiliare a Cobar Spa.

Nella pagina di approfondimento l’Amministratore unico Vito Matteo Barozzi ha raccontato e spiegato le attività e i progetti dell’azienda soffermandosi sulla complessità dei grandi restauri effettuati negli anni, dal Colosseo al Teatro San Carlo, da Palazzo Barberini fino ad arrivare alla Basilica di San Benedetto a Norcia, quest’ultima oggetto di una recente visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un complesso percorso cucito su misura per ogni cantiere fatto di studio, passione e arte delle maestranze per conservare al meglio il patrimonio artistico italiano.

22 Giugno 2023

Cobar main sponsor del Festival Il Libro Possibile 

La Cobar Spa ha partecipato a Roma al Ministero della Cultura alla conferenza stampa di presentazione della XXII edizione del Festival Il Libro Possibile che si terrà dal 5 all’8 luglio nella splendida cornice di Polignano a Mare.

Nel corso dell’evento, tenutosi nella Sala della Crociera e che ha visto anche la presenza del Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, è stato presentato il programma della kermesse nella quale il 6 luglio l’Amministratore unico di Cobar Vito Matteo Barozzi, parteciperà al talk “Il restauro in Italia, l’edilizia della sostenibilità” condottò da Enzo Magistà, Direttore dell’informazione di Telenorba.

19 Giugno 2023

Area di San Pietro a Bari vecchia, Cobar partecipa a Giornate Europee dell’Archeologia

In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, Cobar Spa ha partecipato all’apertura delle visite guidate nell’area archeologica di San Pietro nel cuore di Bari vecchia, dove siamo impegnati in una delicata e importante attività di restauro.
Le visite sono state organizzate dal Segretariato Regionale per la Puglia del Ministero della Cultura, guidato dall’Architetto Maria Piccarreta.

L’Amministratore unico di Cobar Spa, Vito Matteo Barozzi, ha avuto il piacere di accompagnare i primi visitatori all’interno del sito archeologico, vero protagonista dell’evento, che vede la collaborazione anche della Città Metropolitana di Bari, di Ance Puglia e Bari Bat, della Fondazione Gianfranco Dioguardi e della stessa Cobar.

15 Giugno 2023

Giornate Europee dell’Archeologia, visite guidate e cantiere evento nell’area di San Pietro a Bari vecchia 

In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, il Segretariato Regionale per la Puglia del Ministero della Cultura, diretto dall’architetto Maria Piccarreta, organizza una due giorni di eventi nell’area archeologica di San Pietro, a Bari vecchia.

Si inizia venerdì 16 giugno, alle 10.00, con la prima visita guidata all’interno dell’area riservata alle autorità. A seguire, ogni mezz’ora fino alle 12.30, i visitatori, a gruppi di 10 persone alla volta, saranno accompagnati in un tour dell’area dagli archeologi impegnati nelle operazioni di scavo.

30 Maggio 2023

Cobar sostiene il Bioeconomy Day 

L’evento si è svolto presso il Politecnico di Bari lo scorso 24 maggio

Mercoledì 24 maggio 2023, presso il Politecnico di Bari, si è tenuto un importante appuntamento su Bioeconomy Day “Sistema territoriale tra modelli e processi di inclusione” organizzato nell’ambito del Festival dello sviluppo sostenibile 2023.

Cobar SPA, particolarmente sensibile alla tematica, ha sostenuto l’evento. Tra gli obiettivi etici perseguiti dall’azienda pugliese, c’è sicuramente quello di promuovere una cultura della sostenibilità e rendere lo sviluppo sostenibile un tema di attualità.

4 Maggio 2023

Cobar al Salone Internazionale del Restauro di Ferrara

Dal 10 al 12 maggio saremo presenti con un nostro stand espositivo al Salone Internazionale del Restauro di Ferrara.

Anche quest’anno parteciperemo ad una manifestazione unica, un luogo d’incontro per aziende, istituzioni, ricercatori e appassionati del mondo del settore del restauro. Il successo di questi eventi contribuisce all’evoluzione del nostro lavoro e alla valorizzazione del patrimonio storico e culturale dell’Italia e siamo fieri di poter contribuire al suo successo, mostrando i risultati del nostro lavoro.