Restauro
CAVA PONTRELLI – ORME DEI DINOSAURI – Altamura (BA)
IMG-20190316-WA0022-min
IMG_20200118_101130-min
IMG_20200118_101342-min
IMG_20200211_081620-min
IMG_20190305_132601-min
IMG_20200129_100351-min
_IMG7389-min
_IMG6678-min
_IMG6668-min
_IMG7370-min
_IMG5976-min
_IMG6628-min
_IMG6612-min
_IMG6624-min
_IMG6659-min
_IMG4992-min
_IMG4983-min
_IMG4854-min
_IMG3405-min
_IMG3255-min
_IMG3161-min
previous arrow
next arrow
IMG-20190316-WA0022-min
IMG_20200118_101130-min
IMG_20200118_101342-min
IMG_20200211_081620-min
IMG_20190305_132601-min
IMG_20200129_100351-min
_IMG7389-min
_IMG6678-min
_IMG6668-min
_IMG7370-min
_IMG5976-min
_IMG6628-min
_IMG6612-min
_IMG6624-min
_IMG6659-min
_IMG4992-min
_IMG4983-min
_IMG4854-min
_IMG3405-min
_IMG3255-min
_IMG3161-min
previous arrow
next arrow
DIRETTORE DEI LAVORI

Arch. Lucia Patrizia Caliandro

STAZIONE APPALTANTE

Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo

OGGETTO DEI LAVORI

Interventi urgenti protezione e conservazione delle impronte di dinosauro e della paleosuperficie alla cava Pontrelli in Altamura

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Arch. Doriana De Tommasi

PROGETTO

Arch. Lucia Patrizia Caliandro, Dott.ssa Francesca Radina, Ing. Gaetano Nuzzo, Arch. Nicola Bagnato

PERIODO DI ESECUZIONE

29/01/2019 – 22/01/2020

IMPORTO COMPLESSIVO

€ 769.791,23

DETTAGLI INTERVENTO

INTERVENTI URGENTI PROTEZIONE E CONSERVAZIONE DELLE IMPRONTE DI DINOSAURO E DELLA PALEOSUPERFICIE ALLA CAVA PONTRELLI IN ALTAMURA

La cava Pontrelli si trova in Puglia, nel territorio di Altamura; proprio qui, nel 1999, sono state ritrovate circa quattromila impronte di dinosauri. Gli interventi eseguiti da Cobar sulla cava sono stati finalizzati proprio alla conservazione e alla protezione delle preziose orme, si tratta infatti di un sito di eccezionale importanza perché il più ricco di impronte di dinosauro di tutta l’Europa. La rilevanza di questo ritrovamento sta nell’elevatissima biodiversità dei dinosauri che, nel Cretacico superiore, erano qui nello stesso momento e lasciarono le loro impronte: oltre duecento animali,

[...]Scopri di più

INTERVENTI URGENTI PROTEZIONE E CONSERVAZIONE DELLE IMPRONTE DI DINOSAURO E DELLA PALEOSUPERFICIE ALLA CAVA PONTRELLI IN ALTAMURA

La cava Pontrelli si trova in Puglia, nel territorio di Altamura; proprio qui, nel 1999, sono state ritrovate circa quattromila impronte di dinosauri. Gli interventi eseguiti da Cobar sulla cava sono stati finalizzati proprio alla conservazione e alla protezione delle preziose orme, si tratta infatti di un sito di eccezionale importanza perché il più ricco di impronte di dinosauro di tutta l’Europa. La rilevanza di questo ritrovamento sta nell’elevatissima biodiversità dei dinosauri che, nel Cretacico superiore, erano qui nello stesso momento e lasciarono le loro impronte: oltre duecento animali, appartenenti almeno a cinque gruppi diversi di dinosauri, erbivori e carnivori.

Le dimensioni delle impronte variano dai 5-6 cm fino ai 40-45 cm, facendo supporre di trovarsi di fronte ad animali alti fino a 10 metri. In molte impronte si riesce addirittura a leggere le pieghe della pelle. Da quando le orme sono state portate alla luce, sono rimaste esposte agli agenti esterni e alle manomissioni dei curiosi. Allo scopo di porre in essere lo studio del giacimento e le necessarie misure di tutela sono state svolte una serie di attività finalizzate ad incrementare la conoscenza del sito e a fornire maggiori informazioni sul giacimento, utili anche per studi futuri. Sono stati eseguiti una serie di interventi, redatti da specialisti del settore (geologi e paleontologi), volti alla migliore conservazione nel tempo delle orme impresse nella roccia calcarea e, a seguito di un’approfondita conoscenza scientifica, alla piena valorizzazione e condivisione di un bene da integrare nel panorama più ampio del patrimonio culturale e paesaggistico pugliese. Si sono susseguiti studi paleontologici, geologici, stratigrafici, di conservazione e di comunicazione; inoltre sono stati eseguiti lavori di scavo e realizzazione di barriere paramassi e realizzazione di pavimentazione per la realizzazione di percorsi che consentono la fruibilità della cava in totale sicurezza.

L’intervento più importante riguarda la parete che si trova a monte della passerella, che è stata edificata per permettere il passaggio dei visitatori. Su questa porzione di roccia sono state effettuate operazioni di disgaggio di blocchi di parete, chiodature in parete e realizzazione di barriera paramassi alla base della parete stessa, ossia a monte della prevista passerella.

La cava in località Pontrelli è del tipo “a fossa”, ovvero soggetta a ruscellamenti idrici interni ed esterni in grado di attivare nel tempo processi erosivi anche su superfici lapidee come quella interessata.

Sulla base dello studio idrologico condotto, l’intervento di regimazione è composto dalla realizzazione di una rete di canali di intercettazione e deflusso idrico di lunghezza complessiva pari a 412 mt, costituiti per lo più da muretti di conci lapidei e malta avvicinati alle pareti rocciose e che conducono al recapito finale.

Come accennato precedentemente, sono stati condotti studi geologici, paleontologici ed analisi morfologiche; l’elaborazione dei dati ottenuti dal rilievo paleontologico, dalle analisi paleontologiche effettuate sui campioni di roccia, dal rilevamento e dalla determinazione di orme e piste di vertebrati ha prodotto un elaborato comprensivo di disegni, tabelle, grafici e analisi statistiche dei dati numerici, utili alla rappresentazione dello studio effettuato. L’elaborazione dei dati è stata completata dalla realizzazione di una banca dati idonea a rappresentare in modo chiaro e semplice tutti i dati utili per la diffusione/divulgazione dello studio. 

Infine, gli interventi eseguiti all’interno della cava riguardano la realizzazione di  una pavimentazione tipo prato carrabile in materiale plastico alveolare, dall’attuale ingresso in cava fino al piano della stessa; la posa in opera di una rampa di collegamento tra la pavimentazione precedente e uno dei livelli orizzontali dei fronti di cava, per poter permettere al pubblico di osservare le operazioni in corso; la fornitura e posa in opera di cartelli informativi delle attività in corso di svolgimento – durante l’esecuzione dei lavori -e dei risultati conclusivi. Tali interventi sono stati eseguiti per migliorare e facilitare la fruibilità della cava al pubblico. 

Leggi meno