Restauro
EX ABBAZIA DI SAN LEONARDO IN LAMA VOLARA PRESSO SIPONTO – Manfredonia (FG)
Thumbnail 1
Thumbnail 2
Thumbnail 3
Thumbnail 4
Thumbnail 5
Thumbnail 6
Thumbnail 7
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
previous arrow
next arrow
Thumbnail 1
Thumbnail 2
Thumbnail 3
Thumbnail 4
Thumbnail 5
Thumbnail 6
Thumbnail 7
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
Thumbnail 8
previous arrow
next arrow
DIRETTORE DEI LAVORI

Arch. Francesco LONGOBARDI Segretario Regionale del MiBACT per la Puglia

STAZIONE APPALTANTE

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÁ CULTURALI E DEL TURISMO Segretariato Regionale del MiBACT per la Puglia

OGGETTO DEI LAVORI

Recupero e valorizzazione dell'Ex Abbazia di San Leonardo di Siponto (o in Lama Volara) in Manfredonia (FG)

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Luigi LA ROCCA Soprintendenza Archeologica della Puglia

PROGETTO

-

PERIODO DI ESECUZIONE

11/08/2014 - 08/08/2016

IMPORTO COMPLESSIVO

€ 6.155.765,69

DETTAGLI INTERVENTO

Gli interventi di restauro dell’Ex Abbazia di San Leonardo realizzati da Cobar sono finalizzati alla conservazione dei caratteri tipologici, strutturali, formali e ornamentali dell’opera anche grazie al ripristino e all’integrazione di parti o dettagli architettonici. L’intento ricercato è quello di recuperarne il profilo originale e valorizzare le sue valenze e la sua testimonianza monumentale.

Pertanto, l’obiettivo che ci si è prefissati è finalizzato a garantire la conservazione dell’esistente, ad integrare quelle parti murarie crollate che si rendono necessarie per ricucire il sistema strutturale, a migliorare il funzionamento complessivo delle fabbriche e a ricomporre, nelle forme, quella compiutezza d’immagine,

[...]Scopri di più

Gli interventi di restauro dell’Ex Abbazia di San Leonardo realizzati da Cobar sono finalizzati alla conservazione dei caratteri tipologici, strutturali, formali e ornamentali dell’opera anche grazie al ripristino e all’integrazione di parti o dettagli architettonici. L’intento ricercato è quello di recuperarne il profilo originale e valorizzare le sue valenze e la sua testimonianza monumentale.

Pertanto, l’obiettivo che ci si è prefissati è finalizzato a garantire la conservazione dell’esistente, ad integrare quelle parti murarie crollate che si rendono necessarie per ricucire il sistema strutturale, a migliorare il funzionamento complessivo delle fabbriche e a ricomporre, nelle forme, quella compiutezza d’immagine, ancora integra.

La campagna diagnostica ha evidenziato la necessità di intervenire per migliorare il comportamento della struttura in presenza di azioni sismiche e per consolidare le murature.

È stata incrementata la risposta alla base delle strutture murarie; è stata ripristinata la continuità muraria, gravemente deteriorata, lungo le linee di fessurazione o in ambiti di muratura; sono state ridotte le carenze dei collegamenti fra gli orizzontamenti e i maschi murari; sono state risanate le murature deteriorate e migliorate le loro proprietà meccaniche; è stata ridotta l’azione spingente delle volte di copertura e, nel contempo, contenuta quella orizzontale esercitata dal sisma creando nuove strutture lignee a spinta eliminata; è stato posto in essere un efficiente sistema monolitico grazie alla collaborazione dell’involucro con il nucleo interno mediante il rafforzamento degli orizzontamenti.

Leggi meno

NEWS CORRELATE

30 Maggio 2023

COBAR sostiene il Bioeconomy Day 

L’evento si è svolto presso il Politecnico di Bari lo scorso 24 maggio

Mercoledì 24 maggio 2023, presso il Politecnico di Bari, si è tenuto un importante appuntamento su Bioeconomy Day “Sistema territoriale tra modelli e processi di inclusione” organizzato nell’ambito del Festival dello sviluppo sostenibile 2023.

Cobar SPA, particolarmente sensibile alla tematica, ha sostenuto l’evento. Tra gli obiettivi etici perseguiti dall’azienda pugliese, c’è sicuramente quello di promuovere una cultura della sostenibilità e rendere lo sviluppo sostenibile un tema di attualità.

4 Maggio 2023

Cobar al Salone Internazionale del Restauro di Ferrara

Dal 10 al 12 maggio saremo presenti con un nostro stand espositivo al Salone Internazionale del Restauro di Ferrara.

Anche quest’anno parteciperemo ad una manifestazione unica, un luogo d’incontro per aziende, istituzioni, ricercatori e appassionati del mondo del settore del restauro. Il successo di questi eventi contribuisce all’evoluzione del nostro lavoro e alla valorizzazione del patrimonio storico e culturale dell’Italia e siamo fieri di poter contribuire al suo successo, mostrando i risultati del nostro lavoro.