Infrastrutture
IMPIANTO DI DEPURAZIONE – San Severo e Torremaggiore (FG)
DIRETTORE DEI LAVORI

Ing. Aldo di Lauro

STAZIONE APPALTANTE

Acquedotto Pugliese S.p.A.

OGGETTO DEI LAVORI

Potenziamento dell’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato di San Severo

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Ing. Francesco Sarcina

PROGETTO

Technital S.p.A. & Ingegneria e Ambiente S.r.l.

PERIODO DI ESECUZIONE

13/05/2021- in corso

IMPORTO COMPLESSIVO

€7.287.304,95

DETTAGLI INTERVENTO

All’impianto di depurazione a servizio dei comuni  di San Severo e Torremaggiore serviva un potenziamento, perché fosse in regola con le nuove normative in materia di tutela delle acque reflue. Il progetto prevede la demolizione delle unità operative della filiera di processo non più funzionanti per fare spazio a  nuove sezioni di trattamento dell’impianto. Uno dei primi interventi riguarda il canale di arrivo del liquame, di cui si prevede la delocalizzazione e, di conseguenza, la realizzazione di una nuova stazione di sollevamento in grado di portare i liquami in arrivo dal nuovo comparto di grigliatura alla successiva unità di dissabbiatura.

[...]Scopri di più

All’impianto di depurazione a servizio dei comuni  di San Severo e Torremaggiore serviva un potenziamento, perché fosse in regola con le nuove normative in materia di tutela delle acque reflue. Il progetto prevede la demolizione delle unità operative della filiera di processo non più funzionanti per fare spazio a  nuove sezioni di trattamento dell’impianto. Uno dei primi interventi riguarda il canale di arrivo del liquame, di cui si prevede la delocalizzazione e, di conseguenza, la realizzazione di una nuova stazione di sollevamento in grado di portare i liquami in arrivo dal nuovo comparto di grigliatura alla successiva unità di dissabbiatura.

La vasca di equalizzazione sarà demolita per essere sostituita da una nuova, adeguata agli attuali Regolamenti Regionali. Ogni vasca di equalizzazione quindi sarà comprensiva di stazione di sollevamento con l’installazione di n.2+2 elettropompe sommergibili in grado di sollevare le portate minime e massime in arrivo all’impianto, variabili nell’arco della giornata. Il progetto prevede anche la realizzazione di un nuovo ripartitore alla sedimentazione primaria, la realizzazione di una stazione di dosaggio del PAC, il risanamento dei carroponti dei sedimentatori primari e un pozzo di raccolta in grado di sollevare i liquami effluenti dalla sedimentazione primaria.

È prevista anche la fornitura e la posa di tubazioni per alimentare la nuova linea biologica convenzionale. In adiacenza alla nuova linea biologica, si prevede la realizzazione di un nuovo locale per l’alloggio di 5 soffiatori a servizio delle linee esistenti, inoltre, all’interno del locale si prevede l’individuazione di una porzione di spazio per l’allocazione dei quadri elettrici. Sono previsti interventi finalizzati al contenimento delle concentrazioni di fosforo in uscita, entro i valori limite vigenti. Saranno effettuati interventi anche sul comparto di sedimentazione secondaria, ovvero quella componente dell’impianto che provvede alla decantazione della miscela di acqua e fango biologico proveniente dalle linee biologiche. Al fine di garantire un effluente depurato in uscita, conforme ai limiti dello scarico previsti, sarà necessario potenziare il comparto di sedimentazione esistente prevedendo un nuovo sistema di debatterizzazione e sarà autonomamente dotato del proprio pozzo fanghi per il sollevamento del ricircolo e del supero biologico.

Quanto alla filiera della linea fanghi, saranno risanati i carroponti, sarà installato un addensatore dinamico dei fanghi, saranno spostati e rifunzionalizzati gli estrattori centrifughi esistenti, sarà installato un sistema di evacuazione fanghi e saranno realizzati due nuovi accessi al locale adibito al trattamento fanghi per facilitare le fasi di manovra e manutenzione. Tutte le strutture che saranno realizzate sono state dimensionate per risultare sicure a fronte dei carichi permanenti e accidentali che possono presentarsi durante la loro vita utile; la progettazione è stata impostata al fine di garantire che, durante la vita di servizio delle opere, le strutture e i materiali conservino le loro prestazioni, mantenendo il livello di sicurezza e di efficienza funzionale del progetto.

Per contenere le emissioni odorigene dall’impianto di depurazione si procederà al convogliamento e al trattamento dell’aria esausta, prevedendo l’installazione di sistemi di biofiltrazione dell’aria. Grazie agli interventi previsti, la nuova filiera di progetto dell’impianto di depurazione di San Severo sarà in grado di restituire un refluo trattato adeguato ai limiti previsti dalla norma per la dispersione del suolo, nonché per il riutilizzo in agricoltura.

Leggi meno