Restauro
EDIFICIO VIA ANDREA BAFILE n. 19 – L’Aquila (AQ)
Thumbnail 1
Thumbnail 2
Thumbnail 3
Thumbnail 4
Thumbnail 5
previous arrow
next arrow
Thumbnail 1
Thumbnail 2
Thumbnail 3
Thumbnail 4
Thumbnail 5
previous arrow
next arrow
DIRETTORE DEI LAVORI

-

STAZIONE APPALTANTE

CONDOMINIO “PICA ALFIERI” - VIA ANDREA BAFILE, 17-19 - 67100 – L’AQUILA - Appalto eseguito in A.T.I. con “Aldo Del Beato & C”.s.r.l.

OGGETTO DEI LAVORI

Restauro e risanamento conservativo

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

-

PROGETTO

-

PERIODO DI ESECUZIONE

2014 - 2015

IMPORTO COMPLESSIVO

€ 10.608.218,14 - COBAR (OS2A) - €830.696,65

DETTAGLI INTERVENTO

Il progetto di miglioramento sismico realizzato da Cobar è consistito in una serie di interventi di riparazione locale finalizzati a conseguire un comportamento di insieme del fabbricato (tiranti, solette di piano, connettori, cordoli di copertura), eliminare le spinte delle volte e degli archi (tiranti, solette di piano, cordoli in copertura), eliminare le fatiscenze e i crolli strutturali causati dal sisma (consolidamento/rifacimento solai, rifacimento copertura), eliminare le criticità (volte in foglio ed elementi in falso).

Parte della copertura, in particolare i cantonali, è organizzata su puntoni lignei che hanno contribuito alla rotazione delle pareti di facciata.

Tali rotazioni si sono manifestate con crolli locali e infiltrazioni copiose di acqua piovana a cui si è posto rimedio ricostruendo la copertura con una struttura lignea che ripete la tipologia costruttiva originaria,

[...]Scopri di più

Il progetto di miglioramento sismico realizzato da Cobar è consistito in una serie di interventi di riparazione locale finalizzati a conseguire un comportamento di insieme del fabbricato (tiranti, solette di piano, connettori, cordoli di copertura), eliminare le spinte delle volte e degli archi (tiranti, solette di piano, cordoli in copertura), eliminare le fatiscenze e i crolli strutturali causati dal sisma (consolidamento/rifacimento solai, rifacimento copertura), eliminare le criticità (volte in foglio ed elementi in falso).

Parte della copertura, in particolare i cantonali, è organizzata su puntoni lignei che hanno contribuito alla rotazione delle pareti di facciata.

Tali rotazioni si sono manifestate con crolli locali e infiltrazioni copiose di acqua piovana a cui si è posto rimedio ricostruendo la copertura con una struttura lignea che ripete la tipologia costruttiva originaria, avendo cura di eliminare le spinte, in corrispondenza dei necessari puntoni, mediante le stesse cordolature e/o tiranti metallici. Le cordolature sono state realizzate in muratura armata. Per quanto riguarda i solai questi sono stati oggetto di rinforzo ed irrigidimento con una soletta in calcestruzzo alleggerito. Detta soletta ha la finalità di controventare nel piano l’edificio e trasferire le azioni ortogonali a ciascuna parete alle pareti parallele alla direzione del sisma. Per espletare tale funzione sono stati usati connettori armati tra solette e pareti murarie e tiranti.

Leggi meno